Laboratorio Calcolo e Multimedia
e il corso di "Metodi Computazionali della Fisica"


 
 


 
 
 
 
 

Introduzione


 














1995 Il Gruppo teorico organizza i PC in un cluster con Linux (Comi, Destri, Ferrari e Pasquinucci).

1997 Inizia la collaborazione con gli studenti (Emanuele Laface) a cui viene affidata la realizzazione
              e la gestione di un sottocluster per laureandi. Primo firewall.

1998 Parte il Laboratorio di Calcolo e Multimedia con lo scopo di fornire a tutti gli studenti del corso
              di laurea in Fisica (dal quarto anno in poi) l'utilizzo di un computer con servizio di mail, browser,
              etc. Gli utenti raggiungono rapidamente il numero di 200. Ora sono piu` di 300 accounts.

1999 Viene istituito il corso di Metodi computazionali della Fisica. Iniziato il 4 Ottobre e terminato
              il 14 Dicembre 1999. Vale come laboratorio per gli studenti di indirizzo teorico.
 

Indice
 
 


Struttura del Laboratorio


 










Il LCM ha 12 PC (di cui uno fa solamente funzioni di firewall).

Rete interna a 100 Mb con due Hub.

Stampante HP.

Impianto di raffreddamento (assorbe 9 Kw), fornito dall'Universita'.

Telecamera.

2 Videoregistratori

2 Telemicrofoni

Videoproiettore

Aplificatore, casse acustiche, schermo motorizzato, monitor TV, etc...

(Finanziamenti ottenuti da varie fonti. In particolare vorrei ringraziare Rodolfo Bonifacio
e Luciano Girardello per un consistente contributo di 10 Ml ciascuno sui loro fondi di ricerca).

Schema aula


 

Indice
 
 




Funzioni del LCM


 












Inizialmente il Laboratorio forniva la possibilita` di utilizzare il computer
per gli studenti dell'ultimo anno. Circa 4 ore al giorno di apertura.

Ora l'orario di apertura e' stato aumentato a sei ore.

Nel Laboratorio vengono tenute le lezioni del corso di Metodi Computazionali
della Fisica.

Il LCM e' diventato il deposito del software nobile del GT, ex. 10 licenze
di Mathematica, 50 licenze di Matlab, Maple, 5 licenze di vmware.

Il LCM sta diventando (tutto merito di entusiasti studenti) un centro di
sviluppo software e test di prodotti.
 

Indice
 
 



Gestione ed assistenza


 










6 studenti (150 ore) assicurano l'apertura del laboratorio all'utilizzo degli studenti
per 6 ore al giorno fino alla fine di giugno.

La gestione della rete, dei PC, del software e della stampante e' affidata a studenti
(di Fisica, del Politecnico,...) pagati con commesse per prestazioni d'opera temporanea.
Docenti e ricercatori danno una mano per situazioni episodiche e di emergenza.

La parte amministrativa (es. ordini) e' svolta da Comi (ringraziamenti).

La parte multimediale la curo io.
 
 

Indice
 
 


Sviluppo del Laboratorio


 








Il Laboratorio funziona, se non fa ragnatele. Quindi conviene sempre
avere piani di sviluppo.

Come si vedra`, per il corso di "Metodi computazionali della fisica" non e'
necessario avere un maggior numero di postazioni di lavoro (e' impossibile
seguire piu` di 10 PC in una lezione interattiva)

Come servizio computer studenti (open room), sarebbe necessario raddoppiare lo
spazio e i PC. Gli studenti che hanno seguito il corso hanno capito che
non esiste solo netscape e mail, ma anche mathematica, matlab, compilatori,
etc... Sarebbe quindi auspicabile fornire strumenti di lavoro in numero sufficiente.
 

Indice
 
 

Struttura del corso



Questo e' il primo anno.

Insegnamenti: brevi monografie tenute da vari esperti.

Orari e utilizzo del video

Indice


Supporto tecnico e manuali

Installazione di pacchetti software (vmware per simulazione windows nt per powerpoint,
istallazione mathematica in 10 licenze, license server per matlab, programma di sniffing
per i monitor degli studenti, gestione dei file per le lezioni....)

Manuali necessari per le lezioni (TEX, Latex, Numerical Recipies, c-programming, mathematica,
matlab.....)

Cassette video in doppia copia, visibile anche su monitor TV con uso computer per
esercitazione (sala laureandi).


Indice


     Interattivita` e verifica della preparazione


 

Obiettivi rimasti nei sogni: interattivita` e verifica della preparazione. Sara` necessario un esame
tradizionale?

Indice
 


     Prospettive per il corso 00/01

Con lo sviluppo dei laboratori calcolo al primo e secondo anno forse conviene focalizzare
il corso su moduli piu` consistenti (e.g. matlab e/o mathematica, perl, metodi numerici...).

La sfida e' l'interattivita`.
 

Indice


     Conclusioni


 

Linux e studenti e' vincente!

Indice